Tre problemi del cinghiale ibrido presenti anche nell’uomo

La dottoressa Marina Franzese, in questa tesi di dottorato, analizza, da pagina 77, il caso di due ibridi di cinghiale x suino.

Nello specifico si tratta di ibridi di seconda generazione in quanto il padre era un Cinghiale ungherese mentre la madre era già un incrocio tra Cinghiale ungherese e il comune suino Large White (altra conferma che gli ibridi non sono sempre sterili).

I figli, dunque, erano per 3/4 Cinghiali ungheresi e per 1/4 Large White. Che particolarità avevano questi ibridi?

  1. Erano nani:
  2. presentavano deformità all’apparato riproduttore;
  3. presentavano anomalie della dentatura.

Interessante è anche il fatto che i due fratelli ibridi provenivano da due nidiate differenti ed erano gli unici sopravvissuti di queste nidiate. I loro fratelli erano morti poco tempo dopo il parto. Forse a causa di problemi genetici causati dall’ibridazione?

Altri indizi si aggiungono quindi a sostegno dell’ipotesi che l’essere umano moderno sia una specie ibrida. Casi di nanismo, deformità all’apparato riproduttore e anomalie della dentatura, non sono tanto rari nella nostra specie.

Impressionante è la foto della dentatura del cinghiale ibrido se paragonata ai problemi più o meno comuni che affliggono le bocche umane.

cinghiale ibrido

Infatti negli esseri umani i problemi ai denti, più che l’eccezione, sono la regola, mentre gli animali “puri” difficilmente presentano la situazione che vediamo nel cinghiale ibrido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: